Filecoin raggiunge 1 esabyte di stoccaggio

Più grande di Netflix? Filecoin raggiunge 1 esabyte di stoccaggio

La rete di storage a catena di blocchi decentralizzata vuole assumere il cloud storage centralizzato. Ha raggiunto un’importante pietra miliare in questo percorso.

  • Il CEO e fondatore di Filecoin, Juan Benet, riferisce che la rete di stoccaggio decentralizzato ha raggiunto un exabyte di capacità.
  • Si tratta di un valore molto superiore alle stime delle dimensioni della biblioteca Netflix.
  • Il passo successivo è far sì che le applicazioni entrino a far parte della rete.

In una chat sul caminetto nell’ambito della serie di Decrypt Around the Campfire, il CEO di Protocol Labs e fondatore Juan Benet ha indicato che la rete Filecoin sta superando le aspettative Bitcoin Rush per lo storage su larga scala.

Filecoin, che ha raccolto 200 milioni di dollari da un ICO del 2017, lanciato nell’ottobre di quest’anno. Secondo Benet, da allora, la rete decentralizzata a catena di blocchi per affittare e prendere in prestito lo storage di computer ha raggiunto un exabyte di capacità di stoccaggio – circa le dimensioni di Dropbox quando ha depositato la sua IPO nel 2018.

Il nostro esclusivo evento Around the Campfire con il team Filecoin è ora in diretta! Potete guardare l’evento qui. Oppure clicca il link qui sotto! Il flusso Decrypt x Filecoin è ora in diretta! https://t.co/tAMv…

Sponsorizzato da Filecoin

„Essere in grado di raggiungere una scala con cui competere e confrontarsi con la tradizionale nuvola è qualcosa che molti hanno detto essere impossibile“, ha detto Benet. „Quando abbiamo iniziato a farlo, molte persone hanno riso di noi e hanno riso di me direttamente, dicendo: „Non riuscirete mai ad avere una rete decentralizzata che superi pochi petabyte, forse 10 petabyte“. E ora stiamo superando un exabyte“.

Per coloro che perdono il conto dei byte non appena diventano più alti di quelli disponibili su un iPhone, un exabyte è „cento volte di più di quanto la gente diceva fosse possibile“, ha osservato Benet. „E questo è solo l’inizio della rete“.

Ascolta il Podcast quotidiano di Decrypt

A titolo di confronto, Twitter produce circa 4,3 petabyte all’anno, ovvero 0,0043 exabyte. La società di dati Zeenea ha stimato nel marzo 2019 che Netflix ha immagazzinato 60 petabyte di film e programmi televisivi, ovvero il 6% della capacità attuale di Filecoin.

Quindi, un exabyte è un sacco di memoria.

C’è ancora molta capacità in eccesso sulla rete, tuttavia, che si affida ai minatori per lo stoccaggio. Secondo le statistiche di stoccaggio di Filecoin, controllate l’ultima volta il 19 novembre, 761 gigabyte di dati sono attualmente immagazzinati in rete.

Riempire questa capacità è ciò su cui Benet e i laboratori di protocollo hanno gli occhi puntati. Il fondatore ha sottolineato che l’Ethereum e le altre reti a catena di blocco non sono destinate ad ospitare applicazioni end-to-end: „Non si può memorizzare, diciamo, un’intera chatroom… su Ethereum.“

Ora che la capacità si sta espandendo per poter competere con i prodotti legacy, ha detto, il passo successivo è: „Cominciate a spostare molte applicazioni su questa rete. Oltre a questo, iniziamo a guardare alla frontiera di nuovi tipi di casi d’uso e nuovi tipi di applicazioni che la gente non ha mai costruito prima“.

È un momento „se lo costruisci, arriveranno“ per Benet e per il team di Protocol Labs. Hanno costruito il campo. Ora stanno aspettando i giocatori.